m&m


Come hai potuto, di Jim Willis by mick78

“Quando ero una cucciola, ti ho divertito con le mie buffonate e ti ho fatto ridere. Mi chiamavi la tua bambina e nonostante un certo numero di scarpe rosicchiate ed un paio di guanciali squartati e sparpagliati ovunque, sono diventata la tua migliore amica. Ogni qualvolta facevo la “discola” mi agitavi il dito davanti al naso e mi chiedevi “Come hai potuto?”, ma poi cedevi e mi rotolavi sulla pancia per una grattatina. La mia educazione casalinga fu un po’ più lunga di quel che pensavi, perché eri molto indaffarato, ma ci abbiamo lavorato insieme. Ricordo le notti in cui mi ranicchiavo vicino a te nel letto ed ascoltavo le tue confidenze ed i tuoi sogni segreti e credevo che la vita non sarebbe potuta essere più perfetta. Andavamo a fare lunghe camminate e corse nel parco, giri in macchina, fermate per il gelato (per me solo il cono perché “il gelato fa male ai cani”, dicevi), ed io mi facevo lunghi pisolini al sole, aspettando che tornassi a casa alla fine della giornata.
Impercettibilmente, hai iniziato a trascorrere più tempo al lavoro, a pensare alla tua carriera ed a dedicare più tempo alla ricerca di una compagna umana. Ti ho aspettato con pazienza, consolandoti comunque nei dolori e nelle delusioni, non ti ho mai rimproverato per le decisioni sbagliate e ho salutato con gioia ogni tuo ritorno a casa, anche quando ti sei innamorato. Lei, che ora è tua moglie, non è “persona da cani”, ma le ho dato comunque il benvenuto nella nostra famiglia, provando a dimostrarle affetto e obbedendole… Ero felice, perché tu eri felice.
Continua a leggere

Annunci


Profilo 2. Sofia by mick78

E’ venuto il momento anche di Sofia, coinquilina di Mick e Bice.

Nome: Sofia
Data di nascita: imprecisata, più o meno prima metà del novembre 2001
Soprannomi: Soffi (per la sua innata capacità di emettere quantità impressionanti di aria dalle narici), Contessina, Fìa, Fornetto, Patata. Continua a leggere



Essere Gatti Significa… by mick78
17 gennaio 2008, 8:00 pm
Filed under: felinerie, real life | Tag: , , , , , , ,

Conoscere tutti i posti comodi e caldi di casa.
Conoscere tutti gli angoli freschi di casa.
Significa avere una coda per passare il tempo quando le ore si fanno lunghe.
Cadere (quasi) sempre sulle zampe.
Potersi permettere di avere la luna storta quando ci pare.
Farsi le unghie dietro i divani.
Farsi le unghie sotto i divani.
Farsi le unghie sulle sedie impagliate.
Farsi le unghie.
Fare le fusa per rilassarsi e per farsi coccolare dagli umani di casa.
Non dover mai pulire il proprio bagno (ci pensano gli altri…).
Non preoccuparsi di doversi procacciare il cibo (cade dal cielo dritto nella ciotola…).
Infilarsi in tutte le borse e i sacchetti che ci capitano a tiro.
Non doversi lavare i denti.
Avere sempre qualcuno che ti apre la porta.
Dormire con gli occhi aperti.
gatto.jpg
Ma noi gatti di casa abbiamo anche dei doveri…
Fare da sveglia ai nostri conviventi umani.
Ricordare ai coinquilini che noi dobbiamo mangiare.
Fare la pasta sui nostri compagni umani.

Firmato, in rigoroso ordine di anzianità:
Pupa, Berenice, Sofia, Bea