m&m


How To: come formattare correttamente una chiavetta USB by manu

La diffusione delle chiavette USB (anche dette memorie flash) è ormai capillare, ce ne sono per tutte le tasche, di tutte le forme e di tutti i tagli di memoria.

La cosa che però, in molti, non sanno è il tipo di formattazione che hanno queste chiavette. Stiamo parlando di come i dati verranno salvati, di come il sistema operativo capisce dove e in che modo scrivere le informazioni a basso livello (si parla sempre di bit quando si scrive su un disco) per rendere successivamente i files accessibili e non perdere dati.

Continua a leggere



How To: formattare in Microsoft Windows by manu

La formattazione di periferiche di memorizzazione sotto Microsoft Windows non è per nulla difficile!

Prima di procedere è necessario aver effettuato una copia tutti i dati importanti presenti sul disco o sulla vostra chiavetta usb, se non lo fate i dati andranno irrimediabilmente persi.
Continua a leggere



How To: le mini guide di manu. by manu
22 luglio 2009, 4:34 pm
Filed under: how to, internet, utility | Tag: , , , , ,

Salve a tutti!!!
Sono mesi (quasi un anno?) che non scrivo più nulla e vedo con discreta soddisfazione che il mio post su come salvare i dati da un pc windows defunto ha avuto discreto successo. 🙂

Visto che non sono molto ordinato ho deciso di provare a darmi un pò di ordine, anche sul blog.

Da oggi cercherò di scrivere, con una certa regolarità, una serie di post utili a neofiti (e non) del mondo dei computer, di internet e dell’uso di strumenti legati ad essi.

Tutte le mie mini guide saranno praticamente dei “How To” traducibile in “Come fare per”; cercherò di essere il più possibile chiaro e sintetico e spero che la cosa abbia un discreto successo!!! 🙂

Buona navigazione a tutti!!! 😀



Il ritorno…con una eco-curiosità: Ecofont!! by manu

Salve a tutti!!!

Ho visto che molti hanno letto il mio “How To” su come recuperare un disco windows usando il suo peggiore nemico Linux! 😀
Memore del successo e di aver abbandonato (ahime!) alcuni utenti al loro destino (ed anche il blog) torno a cercare di farmi vivo con un po’ più di regolarità.

Oggi vi porto il primo font TrueType dichiaratamente eco-compatibile!!! O____O

Ammetto che anche io sono rimasto sconcertato appena letta la notizia, tuttavia poi ho scoperto che l’idea alla base è semplice quanto geniale. 🙂

Tutti sappiamo quanto sia costoso a livello ambientale stampare su carta e spesso negli uffici si tende a riciclare le stampe stampando nuovamente sul lato “pulito” del foglio prima di gettare il tutto.
Non che questa pratica sia proprio il massimo della ecologia, si tratta di un sistema che sicuramente permette di risparmiare sui fogli di carta ma l’inchiostro inquina comunque, quindi abbiamo risolto si e no 1/3 dei problemi.

La SPRANQ, agenzia per la comunicazione, ha realizzato un font ideato appositamente per risparimare sull’uso di inchiostro.

Come hanno fatto? Semplicemente hanno letteralmente bucato le lettere.

Il segreto del Ecofont sta nel fatto che invece di stampare le lettere con il “pieno” completamente nero vengono lasciati ampli spazi di vuoto sotto forma di puntini bianchi: il risultato è un font comunque leggibile ma con la caratteristica di richiedere un numero inferiore di colore o toner.

Ecco qui un piccolo esempio per rendervi più chiaro il concetto:

Eco-font

Eco-font

La prima frase è scritta con l’Ecofont, mentre la seconda è scritta con il pregiato Helvetica.
Da uno primo sguardo si evince che il primo è proprio pieno di buchi e risulta più grande del secondo a parità di punti (30pt).

Il vero risultato si ha solo alla stampa, vederlo tramite un’immagine non ci aiuta di certo a capire se realmente si ha un guadagno in stampa.

Se siete interessati a questo progetto, che tra le altre cose è open source, potete seguire questo link in fondo a questa notizia e scaricare il font da installare sulla vostra macchina.
Il font funziona su tutti i sistemi operativi senza distinzione; basta che quando l’avrete scaricato facciate il classico doppio-click e al resto penserà il sistema operativo. 🙂

Buone stampe a tutti!!



Air Monsters: quanto è pulita l’aria? by manu

Passando in un parco, camminando per una via del centro città, stando nel giardino di casa; vi siete mai chiesti quanto sia pulita/inquinata l’aria che respirate?

Continua a leggere



iPod mania: Vespa + iPod tuning by manu

Oggi, in ossequio a una mia passione, vi propongo la lettura di una guida su come installare un sistema di speaker (con tanto di remote control) per il vostro scooter!

Continua a leggere



La porta del gatto diventa elettronica! by manu

Chi ha un gatto e un giardino sa quanto costi al gatto rimanere chiuso in casa, o fuori; una pacifica soluzione è la mini porta che si può installare sulla porta normale che da sul giardino, ma c’è un grave difetto: non vi è controllo su chi entra ed esce di casa! 😛

La soluzione a questo problema viene da un veterinario con il pallino dell’elettronica!


Probabilmente anche lui stressato dalla situazione di difficile soluzione si è ingegnato e ha sfruttato una tecnologia che fino ad ora era utilizzata esclusivamente per identificare animali domestici smarriti: il chip sottocutaneo.

Infatti la porta elettronica è stata dotata di un rilevatore che identifica, tramite lettura del chip, il nostro micio e lo lascia passare, lasciando fuori tutti gli altri gatti che volessero far party non autorizzati. 🙂

Eccovi un link utile per scoprire ulteriori informazioni: Spimecat – The microchip Catflap